giovedì 16 marzo 2017

Strategia dell'addio


Elena Mearini: Una volta eravamo piccoli/non importavano i numeri./ Una volta eravamo piccoli/non importava lo zero./ Valeva già mille il respiro.
Elena Mearini oggi in libreria con Strategia dell'addio.
Disegni e poesie che si completano regalando a chi legge il piacere del bello, nel verso e nella linea. 
Linee essenziali che uniscono punti lasciando il bianco sul foglio, e la figura si staglia pulita, lontana e vicina a noi che leggiamo. 
Disegnando e non sporcando, resta la purezza della forma, così nei ritratti e così nel donare versi lineari e pur simili a quell'unire una forma lasciando sul foglio il piacere del bianco.
Purezza dei versi in Strategia dell'addio.
Io comincio e finisco/tutta in un punto,/per avermi ti basta/il tocco della matita sul foglio. 
Essere foglio,/ affidare alle pieghe della carta/ ogni mio cambiamento.
Continuo a leggere...
Inventandomi sarta/col centimetro in mano

Ippolita Luzzo 


Elena Mearini È nata nel 1978 e vive a Milano. Ha pubblicato i romanzi 360 gradi di rabbia, Excelsior 1881, Premiogiovani lettori “Gaia di Manici-Proietti” nell’ambito della rassegna“Umbria Libri”; Undicesimo comandamento, Perdisa pop, PremioSpeciale UNICAM- Università di Camerino, terzo classificato al ConcorsoNazionale di Narrativa “ Maria Teresa di Lascia” e Premio giovanilettori “Gaia di Manici-Proietti” nell’ambito della rassegna “UmbriaLibri”; A testa in giù, Morellini editore;Bianca da morire, Cairo editore, Premio“Lago Gerundo” per la narrativa.Firma due raccolte di poesie: Dilemma di una bottiglia, Forme Libere editore e Persilenzio e voce, Marco Saya editore.





Nessun commento: