sabato 1 novembre 2014

I morti che noi siamo

I morti che noi siamo
il rispetto pretendiamo.
Siamo i morti di domani.
 Noi ci siamo e non ci siamo.
 Siamo il nulla del domani,
 siamo solo di passaggio, intermezzo musicale. 
Nel frattempo del presente ci formiamo una coscienza e pensiamo che sia vero tutto quello che vediamo.
 Che sia vivo e che non muoia, in eterno resterà.
 Noi immemori giochiamo con i morti, 
li osanniamo se un guadagno  avremo nel vederli sventolare.
 Se non sono più importanti già li abbiamo dimenticati non capendo che noi tutti è di loro che siam fatti

Nessun commento: